Lo sketchbook: Cartamodelli abiti

« 1 di 2 »

I cartamodelli degli abiti che ho raccolto nello sketchbook vogliono tracciare il racconto visivo di come nasce una collezione, un percorso che dalla fase di progettazione passa attraverso una serie di step necessari per giungere poi finalmente al vestito definito in ogni dettaglio, pronto per essere indossato.

Ogni volta, rivedere i bozzetti di Frida, la Collezione Sposa 2016 con la mia firma, Mara Vallone, provoca in me sentimenti contrastanti, che spaziano dal ricordo dell’impegno profuso per ogni singolo vestito al piacere derivante dalla loro realizzazione. E penso che vederli possa essere utile a chiunque per lasciar trasparire una parte dell’intenso lavoro che c’è dietro ogni collezione.

Il mood e la preparazione

Ogni vestito è un’emozione e deve farsi portatore di uno stile in grado di interpretare con originalità le aspettative di chi poi lo indosserà. Ecco perché per i cartamodelli degli abiti da sposa amo seguire un mood classico, fatto di matita e riga per concepire un modello che sarà poi lavorato a mano nel laboratorio sartoriale.

Quando l’ispirazione arriva e nasce il concept della collezione, i bozzetti delle idee passano nelle mani dello staff, che si occuperà di realizzare il cartamodello definitivo e di fare prove su prove direttamente sul tessuto.

Si tratta di una lavorazione sartoriale lunga e faticosa che punta tutto sulla qualità della materia prima, sull’abilità manuale nella realizzazione e sull’unicità di ogni abito da sposa con la firma di Mara Vallone.